Matrimonio: I diversi tipi di cerimonie

Vi illustriamo, in breve, le diverse tipologie di cerimonia cui abbiamo avuto il piacere di partecipare negli ultimi anni. Al testo allegheremo alcune foto da noi realizzate.

CERIMONIA CIVILE

Negli ultimi anni sempre più in voga è il cosiddetto rito civile.

1300

Per legge, fino a qualche anno fa, il matrimonio civile poteva essere celebrato solo nella casa comunale. Oggi, invece, è possibile celebrarli anche al di fuori del municipio (una villa, un giardino…), purché venga fatta richiesta preventiva al comune di riferimento. Il rito civile in sé dura pochi minuti e per questo motivo spesso viene arricchito con canti, riti, letture o brevi discorsi di amici e perenti. Il celebrante può essere il sindaco o un suo delegato. E’ necessario però che si tratti di un ufficiale pubblico, solitamente un membro del consiglio comunale.

brun copia

Negli ultimi anni abbiamo fotografato riti civili molto suggestivi. Siamo stati in bellissimi giardini, su terrazze a strapiombo sul mare, anche in un castello. Trattandosi di un rito più informale rispetto a quello religioso spesso ci è capitato di assistere a divertenti siparietti tra gli invitati o a originali esecuzioni musicali. In questi casi la naturalezza di alcuni momenti è unica e immortalare queste emozioni, per noi, è bellissimo!

Nel momento in cui decideste di optare per un rito civile all’aria aperta non dimenticate di pensare ad un piano B in caso di maltempo.

 CERIMONIA SIMBOLICA 

Sempre più coppie di sposi scelgono invece una cerimonia simbolica, in effetti molto simile a quella civile. A celebrare il rito però può essere chiunque, un amico, un invitato, un parente.

Il vantaggio di questo tipo di cerimonia è che non ci sono vincoli di alcun tipo e può quindi essere officiata in qualsiasi luogo caro agli sposi: presso la sala ricevimento, in un giardino, in un borgo o in spiaggia.

Bisogna ricordare che questa formula non ha validità civile, per cui se si vuole che il matrimonio sia valido a tutti gli effetti (dal punto di vista civile) ci si deve recare in comune a firmare i registri pubblici prima o dopo il matrimonio (non necessariamente lo stesso giorno, ma in tal caso la data ufficiale sui documenti legali del matrimonio sarà quella del giorno in cui si firmano i registri).

4x

Se per gli sposi questo non è un problema, la cerimonia simbolica è una splendida alternativa al rito civile classico in quanto lascia agli sposi maggiori libertà nell’organizzazione del rito.

Anche in questo caso il rito dura pochi minuti e, come per il rito civile, spesso viene accompagnato da letture o musica di sottofondo. Il che, naturalmente, rende tutto più speciale e intimo.

Il rito simbolico, così come quello civile, agevola il lavoro di noi fotografi, sicuramente meno vincolati nei movimenti e più liberi di lavorare rispetto a quanto avviene, ad esempio, all’interno di una chiesa. Unico vincolo, quello di sempre. Discrezione e rispetto per la cerimonia.

CERIMONIA RELIGIOSA

Il rito religioso, in Italia, è ancora il più gettonato.

213-213ros copia

La cerimonia religiosa solitamente si celebra nella chiesa di residenza di almeno uno degli sposi. Per sposarsi fuori dalla parrocchia di residenza serve il permesso dei parroci delle varie parrocchie coinvolte e della curia.

Il rito religioso si può celebrare all’aperto solo nel caso in cui la località sia consacrata, come nel caso del rito qui sotto.

 fab

Partendo dalla nostra esperienza abbiamo cercato di fare chiarezza su alcune importanti differenze che intercorrono tra le diverse tipologie di rito matrimoniale. Per qualsiasi informazioni più dettagliata o consiglio non esitate a contattarci.

Buona scelta!!!